Alimentazione

Uno spunto per gli spuntini

Quando si parla di una sana e corretta alimentazione si fa riferimento all’equilibrio nutrizionale dei pasti sia in termini quantitativi che qualitativi. Consumare dei piccoli snack durante il giorno riserva diversi vantaggi, ma è necessario fare attenzione a ciascuno di essi poiché, se non ben gestiti, possono risultare controproducenti in termini di salute, forma fisica e mantenimento dell’attenzione.

Spezza la fame con uno spuntino

Distribuire il fabbisogno energetico totale in tre pasti principali e due spuntini consente al nostro organismo di distribuire e utilizzare al meglio l’energia e i nutrienti durante la giornata. Chi non ha l’abitudine di fare lo spuntino mattutino o la merenda pomeridiana, accusa spesso molto appetito durante i pasti principali, che invece potrebbero essere gestiti con l’aiuto di veri e propri “spezza-fame”.

Due spuntini sono meglio di uno

Secondo le Linee guida per una sana alimentazione è consigliato assumere quotidianamente 2 spuntini al giorno, uno a metà mattina ed uno a metà pomeriggio. In termini di energia, ciascuno spuntino dovrebbe apportare circa il 5-10% del fabbisogno energetico giornaliero.

Il segreto per lo spuntino perfetto?

Il segreto sta nella creazione di pasti equilibrati. In questo senso lo spuntino ideale dovrebbe prevedere una quota di carboidrati complessi, proteine e grassi buoni in corretta proporzione tra loro.