La corsa è uno degli sport più naturali che ci sia. Senza guardare la tecnica con cui si effettua, il gesto atletico ce lo abbiamo nel DNA. In un modo o nell’altro, tutti sappiamo correre! Nonostante sia istintivo e praticabile ovunque, bisogna farlo con consapevolezza se vogliamo divertirci senza farci del male. Ecco i miei consigli:

1.Attrezzatura adeguata: le scarpe che si indossano per gli allenamenti sono fondamentali per correre al meglio ed evitare gli infortuni. In base all’appoggio del piede (in pronazione o neutro) fatevi consigliare il modello adatto a voi. Tenete il conto dei chilometri che fate con la scarpa: dopo circa 600/800 km vanno cambiate siccome l’intersuola perde il suo potere ammortizzante.

2. Non avere fretta: se partite da zero, iniziate con massimo 3 uscite a settimana, alternando qualche minuto di corsa con il cammino. Piano piano aumenterete i minuti di corsa continua. Nei rimanenti giorni potete dedicarvi a delle attività alternative (bicicletta/cyclette per esempio): così facendo continuerete ad allenarvi senza sovraccaricare il vostro corpo.

3. Non solo corsa: inserite regolarmente delle sessioni di fitness per rinforzare soprattutto il cuore, gli addominali e i glutei. Migliorerete la vostra tecnica di corsa e preverrete gli infortuni.

4. Non dimenticate lo stretching: alla fine di ogni corsa, dedicate almeno 10 minuti allo stretching generale degli arti inferiori e del tronco. Aiuta a velocizzare il recupero e a prevenire gli infortuni. Ogni posizione va mantenuta per 15/20 secondi

5. La maratona può aspettare: la corsa, come ogni attività, richiede costanza e impegno, un chilometro tira l’altro. Prima però, fate distanze più brevi, migliorando la performance. Quando sarete pronti, potrete preparare la maratona al meglio. Meglio godersela e portarla a termine divertendosi, piuttosto che soffrire troppo e rimanere con un brutto ricordo.

6. Non fatevi fregare dalla pigrizia: ci saranno giornate in cui non avrete proprio voglia di muovervi. Fuori farà freddo o pioverà e il divano vi tenterà come mai prima. In questi casi pensate alla corsa come ad un “lavoro” e non alle alternative. Inoltre, sapete bene la sensazione stupenda che si prova a fine allenamento e alla soddisfazione di una meritata doccia calda. Dopo l’allenamento ci si sente bene, soddisfatti, in pace e più in forze di prima.

7. Ascoltate il vostro corpo: il corpo va sempre ascoltato. Se non è la pigrizia che vi ferma, ma si tratta di un periodo della vostra vita stressante e non ve la sentite di fare allenamenti troppo intensi, non correteci su.

Prendetevi dei giorni di riposo o effettuate attività alternative meno stancanti che non vi causino dolore. Non aspettate e rivolgetevi ad uno specialista. Le sensazioni che il corpo ci manda non sono mai sbagliate.

lisa-migliorini-runner-influencer
Influencer, fisioterapista e runner Lisa Migliorini
25/05/2023

Lisa Migliorini: Consigli per iniziare a correre e non fermarsi mai

La corsa è uno degli sport più naturali che ci sia. Senza guardare la tecnica con cui si effettua, il gesto atletico ce lo abbiamo nel DNA. In un modo o nell’altro, tutti sappiamo correre! Nonostante sia istintivo e praticabile ovunque, bisogna farlo con consapevolezza se vogliamo divertirci senza farci del male. Ecco i miei consigli:

1.Attrezzatura adeguata: le scarpe che si indossano per gli allenamenti sono fondamentali per correre al meglio ed evitare gli infortuni. In base all’appoggio del piede (in pronazione o neutro) fatevi consigliare il modello adatto a voi. Tenete il conto dei chilometri che fate con la scarpa: dopo circa 600/800 km vanno cambiate siccome l’intersuola perde il suo potere ammortizzante.

2. Non avere fretta: se partite da zero, iniziate con massimo 3 uscite a settimana, alternando qualche minuto di corsa con il cammino. Piano piano aumenterete i minuti di corsa continua. Nei rimanenti giorni potete dedicarvi a delle attività alternative (bicicletta/cyclette per esempio): così facendo continuerete ad allenarvi senza sovraccaricare il vostro corpo.

3. Non solo corsa: inserite regolarmente delle sessioni di fitness per rinforzare soprattutto il cuore, gli addominali e i glutei. Migliorerete la vostra tecnica di corsa e preverrete gli infortuni.

4. Non dimenticate lo stretching: alla fine di ogni corsa, dedicate almeno 10 minuti allo stretching generale degli arti inferiori e del tronco. Aiuta a velocizzare il recupero e a prevenire gli infortuni. Ogni posizione va mantenuta per 15/20 secondi

5. La maratona può aspettare: la corsa, come ogni attività, richiede costanza e impegno, un chilometro tira l’altro. Prima però, fate distanze più brevi, migliorando la performance. Quando sarete pronti, potrete preparare la maratona al meglio. Meglio godersela e portarla a termine divertendosi, piuttosto che soffrire troppo e rimanere con un brutto ricordo.

6. Non fatevi fregare dalla pigrizia: ci saranno giornate in cui non avrete proprio voglia di muovervi. Fuori farà freddo o pioverà e il divano vi tenterà come mai prima. In questi casi pensate alla corsa come ad un “lavoro” e non alle alternative. Inoltre, sapete bene la sensazione stupenda che si prova a fine allenamento e alla soddisfazione di una meritata doccia calda. Dopo l’allenamento ci si sente bene, soddisfatti, in pace e più in forze di prima.

7. Ascoltate il vostro corpo: il corpo va sempre ascoltato. Se non è la pigrizia che vi ferma, ma si tratta di un periodo della vostra vita stressante e non ve la sentite di fare allenamenti troppo intensi, non correteci su.

Prendetevi dei giorni di riposo o effettuate attività alternative meno stancanti che non vi causino dolore. Non aspettate e rivolgetevi ad uno specialista. Le sensazioni che il corpo ci manda non sono mai sbagliate.